eMotion Tecar

eMotion Tecar

Evoluzione di una tecnologia

Si differenzia dalla tradizionale Tecarterapia per l’unica e proprietaria modalità di regolazione della potenza e per la modulazione del campo elettromagnetico che rende possibile la “sintonia”(risonanza) con il tessuto biologico trattato, interagendo con lo stesso in maniera più efficace. Con le esclusive tecnologie di eMotion Tecar, si ottengono sempre potenze erogate precise, costanti e ripetibili, permettendo inoltre l’utilizzo sicuro degli Elettrodi statici.

– PWM (PULSED WIDTH MODULATION)
Genera un segnale sempre ai massimi livelli di tensione, regolando la potenza tramite l’intermittenza del segnale (Duty Cicle) in modo molto preciso e costante e con la massima interazione dei tessuti.

– PEMF (Pulsed Electro Magnetic Field)
Il segnale viene inoltre modulato in “pacchetti” di impulsi a bassa frequenza. Questa sovramodulazione attiva i meccanismi respiratori delle cellule e la proliferazione e la differenziazione dei fibroblasti (Nikolaev 1984).

– PL (modalita’ Phase Lock)
La sequenza di emissione PEMF viene adattata automaticamente al tessuto (impedenza) , per raggiungere la condizione di risonanza che ottimizza l’interazione ed il trasferimento energetico.

La sua energia biocompatibile permette una maggiore interazione tra tessuto biologico e apparecchiatura.

Gli elettrodi statici

L’evoluzione che permette la sinergia uomo macchina.

eMotion Tecar permette di integrare in contemporanea la terapia di stimolazione tissutale con la terapia manuale.
Questo da al fisioterapista la possibilità di favorire la mobilità articolare con le tecniche manuali e di velocizzare quindi il recupero funzionale della parte lesa.

frems
mt
mt
FREMSLIFE NEXT EVENTS
fremslife

L'accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente. Fremslife richiede di qualificarsi come professionista per procedere con la navigazione.

Decreto Legislativo 24 febbraio 1997, n. 46 Articolo 21 1. È vietata la pubblicità verso il pubblico dei dispositivi che, secondo disposizioni adottate con decreto del Ministro della Sanità, possono essere venduti soltanto su prescrizione medica o essere impiegati eventualmente con l'assistenza di un medico o di altro professionista sanitario. 2. La pubblicità presso il pubblico dei dispositivi diversi da quelli di cui al comma 1 è soggetta ad autorizzazione del Ministero della Sanità. Sulle domande di autorizzazione esprime parere la Commissione di esperti prevista dall'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 541, che a tal fine è integrata da un rappresentante del Dipartimento del Ministero della Sanità competente in materia di dispositivi medici e da uno del Ministero dell'Industria, del commercio e dell'artigianato.

Sei un operatore sanitario?

SI     NO