Diater Due

E’ la macchina di Motion Tecar che rivoluziona in maniera radicale la Tecarterapia, proponendo ai professionisti del settore possibilita’ terapeutiche uniche e garanzia di risultati certi e ripetitivi

Lavora con elettrodi capacitivi e resistivi utilizzando manipoli tradizionali e elettrodi statici che permettono all’operatore di abbinare alla metodica di stimolazione le tecniche di manipolazione.

Indicazioni Ortopediche – Reumatologiche

• Riabilitazione post-operatoria
• Epicondilite ed epitrocleite
• Sindrome del tunnel carpale
• Trattamento di ferite Chirurgiche
• Coxartrosi
• Sperone calcaneare

Indicazioni Ortopediche – Reumatologiche

• Periatrite scapolo omerale
• Rizartrosi
• Lombosciatalgie
• Contratture muscolo tendine
• Traumi contusivi e distorsivi
• Edemi ed ematomi

Applicazioni

Per un rapido e duraturo recupero funzionale in medicina sportiva, riabilitazione postchirurgica e neuroriabilitazione.

I VANTAGGI
  • Le tecnologie della Motion Tecar, permettono trasferimenti di energia elevati senza provocare significativi aumenti di temperatura sulla pelle
  • Garantisce la precisione e la costanza dell’energia trasmessa al tessuto, indipendetemente dalla posizione degli elettrodi e dalla variazione dell’impedenza del tessuto trattato
  • La potenza erogata viene gestita tramite la tecnica ad impulsi PWM che permette di mantenere la tensione sempre  costante e assicura l’assoluta ripetitivita’ nel tempo dei trattamenti con gli stessi parametri
Motion Tecar – Diater due

Guarda il video

frems
mt
mt
fremslife

L'accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente. Fremslife richiede di qualificarsi come professionista per procedere con la navigazione.

Decreto Legislativo 24 febbraio 1997, n. 46 Articolo 21 1. È vietata la pubblicità verso il pubblico dei dispositivi che, secondo disposizioni adottate con decreto del Ministro della Sanità, possono essere venduti soltanto su prescrizione medica o essere impiegati eventualmente con l'assistenza di un medico o di altro professionista sanitario. 2. La pubblicità presso il pubblico dei dispositivi diversi da quelli di cui al comma 1 è soggetta ad autorizzazione del Ministero della Sanità. Sulle domande di autorizzazione esprime parere la Commissione di esperti prevista dall'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 541, che a tal fine è integrata da un rappresentante del Dipartimento del Ministero della Sanità competente in materia di dispositivi medici e da uno del Ministero dell'Industria, del commercio e dell'artigianato.

Sei un operatore sanitario?

SI     NO