La Clinica Mobile sceglie l’innovazione di Fremslife

Nuove tecnologie per gli eroi del motociclismo

La Clinica Mobile del MotoGP e Superbike 2016 si arricchisce delle strumentazioni fisioterapiche di Fremslife, l’azienda nata nel 2015 per rivoluzionare la riabilitazione tramite la Bioelettronica, che impiega la stimolazione elettrica modulata in modo naturale per trattare patologie e traumi nello stato acuto.

Parola d’ordine: ridurre il dolore, diminuire i tempi di recupero.

Traguardo: migliorare la qualità della vita.

Dalla sua nascita, nel lontano 1977, la Clinica Mobile si è ampliata ed evoluta, sia in Superbike che in MotoGP. La missione del team della Clinica Mobile è quella di aiutare ogni giorno questi atleti straordinari, lavorando costantemente per migliorare la loro sicurezza.

Con Fremslife la protezione aumenta.

Più protezione, più sicurezza – più velocità della ripresa

Da oggi, in questa continua gara per proteggere la vita e il suo slancio al miglioramento, c’è anche Fremslife, che e’ stata scelta per la qualità e l’innovazione delle sue tecnologie, ed ha firmato un accordo di partnership con la Clinica Mobile del Dott. Zasa.

Fremslife fornirà apparecchiature Motion Tecar per una più efficace Tecarterapia e un dispositivo per stimolazione FREMS™.

MotionTecar è l’innovazione delle Tecarterapia perché grazie alla proprietaria modalità di regolazione della potenza e di erogazione dell’energia , rende possibile la “sintonia” con il tessuto biologico trattato, interagendo con esso in maniera più efficace. Con le esclusive tecnologie di Motion Tecar, si ottengono sempre potenze erogate precise, costanti e ripetibili.

FREMS™ (Frequency Rhythmic Electrical Modulation System) rappresenta il risultato di una ricerca dedicata alla realizzazione di un sistema non farmacologico per la cura di patologie e complicanze a carico dei sistemi ed apparati: Locomotore,Nervoso Periferico, Vascolare.
La tecnologia FREMS™ consiste nel generare particolari sequenze di impulsi concepiti in base alle caratteristiche dei tessuti con cui si desidera interagire per gli obiettivi programmati: eliminare il dolore e curare particolari patologie.

Fremslife, la rivoluzione nella riabilitazione e fisioterapia

Fremslife è una nuova società che nasce sull’innovazione dell’Elettroceutica, ovvero la Medicina Bioelettronica, che impiega la stimolazione elettrica per influenzare e modificare le funzioni del corpo. L’Elettroceutica consiste nella somministrazione di particolari impulsi elettrici diretti a specifiche fibre nervose che, attivando dei circuiti cerebrali, permettono l’interazione con i tessuti e gli organi per la cura di patologie di varia natura.

Fremslife ha elaborato la sua proposta innovativa e integrata per la fisioterapia, la riabilitazione funzionale e per la cura e la riduzione del dolore nelle patologie neurovascolari, attraverso percorsi terapeutico/diagnostici centrati sull’Elettroceutica.

Il cuore della tecnologia di Fremslife è Frems™ (Frequency Rhythmic Electrical Modulation System).

Frems™ è un sistema innovativo, brevettato e certificato. E’ l’unica neuro-stimolazione scientificamente validata per esercitare un’azione di neo-angiogenesi promuovendo il rilascio e la sintesi di fattori di crescita. Già in prima seduta agisce per ridurre il dolore. E’ ideale per trattare patologie e traumi nello stato acuto, si integra perfettamente con altri sistemi di riabilitazione e fornisce ottimi risultati con pazienti refrattari ad altre terapie o trattamenti. Questa terapia è destinata a rivoluzionare il mondo della medicina.



fremslife

L'accesso alla visualizzazione dei prodotti e al materiale informativo è riservato agli operatori del settore in ottemperanza alla legislazione vigente. Fremslife richiede di qualificarsi come professionista per procedere con la navigazione.

Decreto Legislativo 24 febbraio 1997, n. 46 Articolo 21 1. È vietata la pubblicità verso il pubblico dei dispositivi che, secondo disposizioni adottate con decreto del Ministro della Sanità, possono essere venduti soltanto su prescrizione medica o essere impiegati eventualmente con l'assistenza di un medico o di altro professionista sanitario. 2. La pubblicità presso il pubblico dei dispositivi diversi da quelli di cui al comma 1 è soggetta ad autorizzazione del Ministero della Sanità. Sulle domande di autorizzazione esprime parere la Commissione di esperti prevista dall'articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 541, che a tal fine è integrata da un rappresentante del Dipartimento del Ministero della Sanità competente in materia di dispositivi medici e da uno del Ministero dell'Industria, del commercio e dell'artigianato.

Sei un operatore sanitario?

SI     NO